Progetti

Come Giovani Costruttori ogni nostra attività ed evento sono volti alla realizzazione ed al sostegno dei grandi progetti – o come li chiamiamo noi, SOGNI – che condividiamo insieme alla ONLUS Ponte di Umanità.

Nei 10 dei 25 anni di missione in Sierra Leone i Giovani Costruttori per l’Umanità lavorano instancabilmente per sostenere questi progetti:

PROGETTO COSTRUZIONE SCUOLA Nursery school Ropolon:

Nella periferia di Makeni, a Ropolon, stiamo realizzando il Centro polivalente “Monsignor Guglielmo Grassi”.

Abbiamo costruito una Primary School, inaugurata ad Ottobre 2018, che ospita già 80 bambini.

Ora vogliamo arricchire il nostro centro con una Nursery School. Per la sua costruzione si prevede una spesa di circa € 30.000,00 a cui aggiungere il costo degli insegnanti.

PROGETTO SOSTEGNO SCOLASTICO

Ogni anno la ONLUS Ponte d’Umanità insieme a noi Giovani Costruttori deve mantenere l’impegno preso con oltre 250 bambini e le loro famiglie per sostenere la loro istruzione. È una grande responsabilità ma siamo convinti che l’istruzione sia tra i “beni” più importanti da poter donare ai fantastici bambini dei villaggi intorno alle nostre Missioni.

Per mantenere questa promessa puoi aiutarci con un contributo annuale di 180.00 euro per un bambino … ovvero 15 euro al mese…ovvero… 50 CENTESIMI ALGIORNO…si può fare, non credi?


PROGETTO DONNA

A Port Loko, sito strategico tra l’aeroporto di Lungi e la nostro missione a Makeni, abbiamo aiutato ad ristrutturare un ex orfanotrofio, utilizzato durante la guerra civile, trasformandolo in un luogo accogliente.

Abbiamo qui avviato un centro di formazione ed accompagnamento per ragazze madri con corsi di igiene, sanità , cucito, tessitura, cucina.

Tutto questo centro è stato fortemente voluto anche da una donna unica e coraggiosa, Alba Marina Cecchini… ed è proprio a lei che è stato intitolato!

Il Centro di Formazione “Alba Marina Cecchini” fornisce anche un pasto giornaliero alle giovani donne.

PROGETTO ACCOGLIENZA

L’epidemia ebola e la le altre calamità che si sono abbattute sulla Sierra Leone negli scorsi anni hanno generato nuove povertà.

Questa terribile malattia ha reso orfane alcune bambine che a causa del loro sesso non state accolte dalla loro famiglia “allargata”

A queste bambine si apriva un futuro di stenti e di dolore!

A Yele, con il supporto di alcune suore delle Piccole Discepole di Gesù,  abbiamo accolto queste piccole donne sole ed abbandonate. 

PROGETTO “UN PUGNO DI RISO”

E’ una “piccola goccia nell’oceano, ma se questa goccia non ci fosse, all’oceano mancherebbe” (Madre Teresa di Calcutta).

L’epidemia Ebola ed le altre calamità hanno fatto sì che la differenza tra ‘poveri’ e ‘ricchi’ fosse sempre più ampia e molte persone bussano alla porta delle nostre suore per un pugno di riso.

Noi ci siamo fatti carico di questa nuova esigenza ed ogni mese nelle nostre case vengono distribuiti ai più poveri 10 sacchi di riso di 50 Kg ciascuno.